cropped-cropped-Research0411.jpg

Le attività di ricerca dell’Istituto di Scienze dell’Alimentazione sono organizzate in tre programmi scientifici: A) Food; B) Health; C) Omics di seguito descritte.

A) Food
L’attività di ricerca dell’area FOOD è finalizzata: allo studio della qualità degli alimenti e della biodiversità; allo studio ed alla valorizzazione delle produzioni aventi vocazione territoriale; all’analisi ed al controllo della filiera agro-alimentare; allo sviluppo di metodologie -tecnologiche e biotecnologiche- innovative nei processi di trasformazione e conservazione degli alimenti, anche mediante sistemi di packaging di tipo attivo, smart o sostenibile, al fine di migliorarne la qualità e la sicurezza d’uso; alla valutazione delle proprietà tecnologiche e degli effetti biologici degli alimenti e dei microrganismi di interesse agroalimentare e salutistico; allo sviluppo di nuovi prodotti ed ingredienti funzionali, nutraceutici, di alimenti fortificati e di novel food. L’ampio spettro sia di metodologie applicate (chimiche, biochimiche, immunochimiche, immunologiche, microbiologiche, di analisi sensoriale, di biologia cellulare e molecolare, e di microtecnologia), che di modelli di studio utilizzati (cellulare in vitro ed in vivo), consentono lo svolgimento di attività ad elevato impatto nel contesto scientifico nazionale ed internazionale.

B) Health
Questo programma ha come scopo lo studio delle relazioni tra nutrizione, salute e patologie. Queste attività sono uniche nel CNR-DISBA. The principali aree di ricerca sono: 1) epidemiologia e genetica delle popolazioni (determinanti nutrizionali e genetici/epigenetici dell’obesità e di patologie correlate); 2) nutrizione e metabolismo (effetti metabolici della dieta Mediterranea); 3) meccanismi chemo-preventivi di composti fitochimici; 4) nutraceutici e cibi funzionali: approcci pre-clinici e clinici; 5) immunomorfologia.
Il programma include gruppi di ricerca interessati a patologie degenerative croniche (cancro, patologie cardiovascolari), malattie metaboliche (obesità, diabete), intolleranze alimentari.
I risultati ottenuti mediante approcci innovativi e multidisciplinari contribuiscono ad incrementare la nostra conoscenza sulle proprietà salutistiche di alcuni alimenti e fattori dietetici, una conoscenza rilevante per il benessere della popolazione umana nelle sue diverse età.

C) Omics
Il programma di attività OMICS svolge un ruolo trasversale ai temi di ricerca dell’Istituto e offre una avanzata piattaforma analitica aperta a collaborazioni nazionali ed internazionali, con istituzioni accademiche, organismi di ricerca e industrie. I ricercatori di questa area hanno consolidate expertise che includono:
i) sviluppo e applicazione di metodologie analitiche basate sulla spettrometria di massa per studi proteomici e metabolomici, per la caratterizzazione strutturale di proteine, peptidi, antiossidanti, lipidi, molecole volatili e altre classi di biomolecole;
ii) informatica, bioinformatica, biologia computazionale, analisi e gestione dei dati, modelling e docking molecolare;
iii) sviluppo di biochip ottici per la rilevazione specifica anche di tracce di sostanze di interesse per la sicurezza alimentare, la salute e la sicurezza ambientale.

L’attività di ricerca del programma è orientata allo studio di problematiche di importanza strategica nel campo delle scienze dell’alimentazione quali le relazioni tra composizione degli alimenti e salute dell’uomo, trasformazioni e destino metabolico degli alimenti, caratterizzazione di componenti con attività biologica benefica o avversa, controllo dell’autenticità e salubrità di prodotti alimentari, e aspetti di sicurezza alimentare ed ambientale mediante avanzate metodologie analitiche.